La mia impresa on line – Crea il tuo sito GRATIS… ma ne siamo sicuri?

Il logo de La mia impresa on-lineDa qualche mese a questa parte sento parlare di una serie di servizi web che creano siti internet al costo di pochi euro, mensili o annuali, o addirittura in maniera “gratuita”. Ultimo di questa serie è “LA MIA IMPRESA ONLINE”, un progetto nato dalla collaborazione di partner come Paginegialle.it, Google, Register.it e PosteItaliane; che si offre di dare un servizio di hosting, un sito precostruito e quindi solo da personalizzare, la pubblicità su Google con Google Adsense, un e-commerce totalmente a titolo gratuito! O almeno così dicono loro; infatti sul loro sito e’è scritto:

Lamiaimpresaonline.it è un servizio totalmente gratuito grazie alle risorse che hanno investito i partner. Abbiamo pensato fosse essenziale creare degli strumenti gratuiti per dare la possibilità a tutte le imprese italiane di andare su Internet, indipendentemente dal budget a disposizione. [http://www.lamiaimpresaonline.it/chisiamo]

peccato, o per fortuna, che subito dopo c’è scritto:

Alla fine del primo anno di prova gratuito, non c’è nessun obbligo di rinnovo. Tuttavia, per chi deciderà di continuare ad usufruire dei nostri servizi, il costo del dominio, del servizio di hosting e della piattaforma per la gestione del sito ammonterà a massimo 25€ al mese, comprensivo di accesso alle statistiche del sito. Qualora si decida di rinunciare all’accesso alle statistiche, il costo del servizio sarà di massimo 19€ al mese. Per l’e-commerce, alla fine dei primi 3 mesi di attivazione gratuiti, il costo sarà di 67,5€  a trimestre. [http://www.lamiaimpresaonline.it/chisiamo]

facendo una rapida botta di conti vediamo che: il solo sito avrà un costo annuo oscillante tra i 228€ e i 300€ senza l’e-commerce, mentre, se vogliamo dotarci anche dell’e-commerce la spesa sale dai 498€ ai 570€ all’anno! Meno male che era gratis! Tenendo ovviamente presente che il solo sito è gratis per un anno, la pubblicità su google è un coupon da 100€ che google mette a disposizione da consumare nell’arco dell’anno, e che l’e-commerce è gratis solo per i primi 3 mesi del servizio. Ma mettiamo il caso che questi costi siano accettati dai probabili clienti, che servizio si trovano di fronte? Quasi sicuramente un prodotto scadente, in quanto si tratta di un prodotto uguale per tutti, quindi poco personalizzabile, e chiunque si occupi di web desining o di grafica web, sa che un sito web deve essere graficamente in linea con quelli che sono i colori di un logo o della azienda stessa, per far si che si distingua (appunto) dalla massa e dalla moltitudine di siti simili e di competitor. Un progetto simile è stato intrapreso in Inghilterra, e potete vederlo all’indirizzo Getting British Buisiness Online, anche questo sponsorizzato da Google, e terminato con un totale fallimento, inoltre, le web agency inglesi sono ancora la, così come i web designer freelance (categoria di cui anche io faccio parte). Potremmo utilizzare tranquillamente questo “servizio” come esempio per siti da NON realizzare, soprattutto se i casi di successo sono siti come http://www.sardiniafarm.com/ di cui non ho nulla a che dire dal punto di vista dei contenuti, ma dal punto di vista grafico, e a livello di codice, potrei scrivere intere enciclopedie. Giusto per la cronaca, i casi di successo pubblicati sul sito lamiaimpresaonline.it sono quelli della ricerca Fattore Internet, pubblicizzata e sponsorizzata da Google,  e che non hanno niente a vedere con l’uso del “servizio” lamiaimpresaonline.it. Vi lascio con il video dello spot, e con una massima che mia madre continua imperterrita a ripetermi: “Nessuno regala nulla, e sopratutto nessuno fa niente per niente”.